Alla ricerca di una comprensione più chiara – fonetica e fonologia

1200px-Tipa_phonetics.svg
Forma@2x.png

"And I Jack, the Pumpkin King, have grown so tired of the same old thing."

The Nightmare before Christmas

C’è un detto che dice che la conoscenza (knowledge) è sapere che un pomodoro è un frutto, ma la saggezza (wisdom) è sapere di non metterlo in una macedonia. Queste differenze tecniche tra ciò che è classicamente considerato un frutto e un ortaggio/verdura e le loro successive diverse categorie ci hanno sempre incuriosito sia da una considerazione linguistica che storica. 

 

Uno dei problemi della lingua inglese (o in particolare la differenza tra questa lingua e molte altre) è che è strettamente legata alla sua tradizione e cultura e ad alcune delle logiche che si applicano ad essa, che successivamente tende a cadere quando parliamo di alimenti in quanto sono così fermamente collegati al loro tempo nella storia o quando sono stati scoperti o introdotti nella società e quindi nella lingua.

L’idea che un frutto sia qualcosa di dolce e che un vegetale sia qualcosa che è , beh, non dolce , è una bella distinzione succinta che inizia rapidamente a cadere a pezzi quando consideriamo le diverse considerazioni botaniche e tecniche di questi alimenti. Conosciamo tutti che i pomodori sono frutti, ma anche tutti i membri della famiglia dei peperoni (Pepper / Capsicum) sono tecnicamente frutti; la definizione di frutto è qualcosa che si sviluppa dal fiore di una pianta, mentre le altre parti della pianta sono classificate come verdure. I frutti contengono semi, mentre le verdure possono essere costituite da radici, steli e foglie. Ciò significa che l’elenco dei frutti più grandi può ora contenere zucca (Pumpkin) ,(a lungo considerata abbastanza dolce da essere comunque un frutto), melanzane (Eggplant /Aubergine), zucchine (Courgette / Zucchini) e zucca violina (Squash ).

Questo ci porta all’idea che molte persone hanno qui in Italia, che i frutti, in particolare l’ananas (Pineapple), non sono un condimento appropriato per una pizza ed è un americanismo e sacrilegio all’autentico modo italiano.

Mettendo da parte il mio amore britannico per la combinazione di ananas e prosciutto, sia su una pizza che da sola (come la combinazione italiana di melone (Melon) e prosciutto crudo), possiamo tranquillamente dire che la maggior parte degli Italiani mette regolarmente una passata di frutto come base per almeno il 85% delle loro pizze nel suo strato di salsa di pomodoro.  Posso anche concordare sul fatto che se molti altri “frutti” sono accettabili sulla pizza come il mais (Sweetcorn) e la zucca (pumpkin), allora perché non l’ananas (pineapple)? Nei mesi autunnali e invernali, molte persone scelgono una salsa di zucca rispetto a quella tradizionale al pomodoro, questo equilibrio di dolce e salato è qualcosa che si combina così bene e credo fortemente che se più persone provassero la combinazione equivalente in prosciutto e ananas sarebbero sorpresi. Quindi, non dovete essere schifati quando qualcuno chiede o mette ananas sulla pizza !

 

P.s. C’è una nota eccezione : Pizza con ananas , banana e curry. Svezia… cosa state facendo?

 

Seguici sul facebook, tik tok, instagram e twitter e naturalmente qui sul blog.

https://www.facebook.com/StudioInglesePadova

https://instagram.com/studioinglesepadova/?hl=en

Tom Roper
Tom Roper

Un insegnante Britannico, da Londra a Padova. Direttore della scuola Studio Inglese. Amante dei gatti, cibo italiano e calcio

All Posts

Related Posts

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Alla ricerca di una comprensione più chiara – fonetica e fonologia

1200px-Tipa_phonetics.svg
Forma@2x.png

"And I Jack, the Pumpkin King, have grown so tired of the same old thing."

The Nightmare before Christmas

C’è un detto che dice che la conoscenza (knowledge) è sapere che un pomodoro è un frutto, ma la saggezza (wisdom) è sapere di non metterlo in una macedonia. Queste differenze tecniche tra ciò che è classicamente considerato un frutto e un ortaggio/verdura e le loro successive diverse categorie ci hanno sempre incuriosito sia da una considerazione linguistica che storica. 

 

Uno dei problemi della lingua inglese (o in particolare la differenza tra questa lingua e molte altre) è che è strettamente legata alla sua tradizione e cultura e ad alcune delle logiche che si applicano ad essa, che successivamente tende a cadere quando parliamo di alimenti in quanto sono così fermamente collegati al loro tempo nella storia o quando sono stati scoperti o introdotti nella società e quindi nella lingua.

L’idea che un frutto sia qualcosa di dolce e che un vegetale sia qualcosa che è , beh, non dolce , è una bella distinzione succinta che inizia rapidamente a cadere a pezzi quando consideriamo le diverse considerazioni botaniche e tecniche di questi alimenti. Conosciamo tutti che i pomodori sono frutti, ma anche tutti i membri della famiglia dei peperoni (Pepper / Capsicum) sono tecnicamente frutti; la definizione di frutto è qualcosa che si sviluppa dal fiore di una pianta, mentre le altre parti della pianta sono classificate come verdure. I frutti contengono semi, mentre le verdure possono essere costituite da radici, steli e foglie. Ciò significa che l’elenco dei frutti più grandi può ora contenere zucca (Pumpkin) ,(a lungo considerata abbastanza dolce da essere comunque un frutto), melanzane (Eggplant /Aubergine), zucchine (Courgette / Zucchini) e zucca violina (Squash ).

Noi di Studio Inglese crediamo che la fonetica e la fonologia in generale siano una parte cruciale dell’apprendimento linguistico, quindi nel corso delle prossime settimane offriamo contenuti che vi aiuteranno a migliorare la vostra pronuncia e la produzione fonetica della lingua.

Seguici sul facebook, tik tok, instagram e twitter e naturalmente qui sul blog.

https://www.facebook.com/StudioInglesePadova

https://instagram.com/studioinglesepadova/?hl=en

Tom Roper
Tom Roper

Un insegnante Britannico, da Londra a Padova. Direttore della scuola Studio Inglese. Amante dei gatti, cibo italiano e calcio

All Posts

Related Posts

Leave a Comment

Your email address will not be published.